Alessandro Barbera e Amedeo Lamattina, La Stampa
Una volta Matteo Renzi prendeva le decisioni in autonomia, al massimo doveva discutere con il suo ministro del Tesoro. Paolo Gentiloni è costretto suo malgrado alle care e vecchie mediazioni. Oggi da un lato c’è Pierluigi Bersani, dall’altra Angelino Alfano...